Associazione Istruzione Unita Scuola-Sindacato Autonomo

Via Olona n.19-20123 Milano Info+390239810868 o 3466872531


martedì 27 aprile 2010

RICERCA, VERTICE ITALIA-RUSSIA, GELMINI FIRMA ACCORDO SU RICERCA NUCLEARE




Il ministro Mariastella Gelmini, in occasione del vertice italo-russo del 26 Aprile di Lesmo, ha firmato una dichiarazione d’intenti tra il MIUR e il Ministero della ricerca scientifica russo per la realizzazione di due importanti progetti per la promozione della ricerca nel settore della fusione nucleare.

L’intesa riguarda i programmi di ricerca denominati “IGNITOR” e “SUPER B”. Il programma “IGNITOR” prevede la realizzazione in Russia di un innovativo reattore sperimentale a fusione nucleare che verrà utilizzato come fonte di energia.

Il programma “SUPER B” riguarda la realizzazione in Italia di un acceleratore di particelle di nuova generazione che consentirà una più alta intensità di collisioni tra particelle, permettendo la produzione di “quark pesanti”.

domenica 25 aprile 2010

Nuove officine meccaniche per il Floriani di Vimercate



«Le officine meccaniche, utilizzate come laboratorio pratico dagli studenti del Floriani, sono state completamente ristrutturate e messe in sicurezza dalla Provincia MB per un investimento complessivo di 500 mila euro»

Sono state inaugurate questa mattina, sabato 24 aprile - ore 10.00, in via Cremagnani, 18 a Vimercate - le nuove officine meccaniche presso l'Istituto di Istruzione superiore Virgilio Floriani a Vimercate alla presenza di Dario Allevi, Presidente della Provincia MB, Fabio Meroni Assessore al Patrimonio ed edilizia scolastica e di Giuliana Colombo, Assessore all'Istruzione.
Alla cerimonia di inaugurazione sono intervenuti, inoltre, il Sindaco di Vimercate, Paolo Brambilla, il Dirigente Scolastico e i rappresentanti dell’istituto e le autorità cittadine.

Le officine meccaniche, utilizzate come laboratorio pratico dagli studenti del Floriani, sono state completamente ristrutturate e messe in sicurezza dalla Provincia MB per un investimento complessivo di 500 mila euro.
"La cerimonia di inaugurazione delle nuove officine meccaniche rappresenta un momento simbolico per consegnare al territorio la prima opera di edilizia scolastica realizzata interamente dalla Provincia MB - commenta Fabio Meroni, assessore al patrimonio e all'edilizia scolastica - Con questa opera è stato riqualificato l'intero complesso scolastico sia sotto il profilo igienico, funzionale ma soprattutto della sicurezza".
"Le richieste che la società attuale avanza alla scuola, specie per quanto concerne la preparazione tecnica e professionale, impongono un ampio uso della didattica laboratoriale e degli strumenti necessari a realizzarla. - aggiunge Giuliana Colombo, assessore all'istruzione - L'implementazione dei laboratori dell'Istituto " Floriani" non può che riempire di soddisfazione e di orgoglio tutti coloro che hanno operato ed opereranno per realizzarli ed utilizzarli; ciò costituirà motivo di ulteriore rafforzamento dell'eccellenza degli Istituti del nostro territorio di Monza e Brianza."
I lavori di ristrutturazione e messa in sono stati realizzati presso uno dei due edifici del corpo B, sede dei laboratori meccanici dell’istituto di proprietà del comune di Vimercate e trasferiti in uso gratuito alla Provincia MB con atto di convenzione, come previsto dalla normativa della Legge n.23 del 1996 .
Il progetto di ristrutturazione delle officine meccaniche, in particolare, è stato realizzato dalla Provincia MB per intervenire sulla fragilità strutturale e degrado dei solai dell'edificio.
"L'Istituto Floriani rappresenta una delle eccellenze scolastiche della Brianza che prepara subito molti ragazzi al mercato del lavoro - conclude Dario Allevi - E' nostro dovere preoccuparci dei luoghi dove si formano i nostri ragazzi curando l'efficienza e la sicurezza delle strutture scolastiche in cui passano la maggior parte del loro tempo".

Scheda sintetica degli interventi

Rinforzo strutturale soli di copertura e messa in sicurezza plafoni I solai della struttura avevano portato alla luce diverse criticità con sempre maggiore degrado dei plafoni e alto rischi di cedimenti e distacco di materiali.
Si è provveduto a mettere in atto una soluzione definitiva del problema mediante la realizzazione di una struttura metallica nell’intradosso del solaio avente la doppia funzione di evitare sfondellamenti e distacchi delle cartelle inferiori dei blocchi di laterizio di alleggerimento dei solai e consentire la pedonalità della copertura al fine di migliorare gli interventi di manutenzione.

Risanamento murature e rifacimento intonaci
Gli intonaci interni si trovavano in generale in pessime condizioni. Si è previsto il completo rifacimento e la successiva tinteggiatura degli ambienti, previo risanamento delle fondazioni con formazione di aereazione del vespaio per eliminare l’umidità di risalita.

Serramenti
I serramenti di copertura (Shed) risultavano obsoleti, non più in sicurezza e non garantivano più la tenuta all’acqua. Sono stati completamente sostituiti e dotati di idonei meccanismi elettrici per l’apertura.
Relativamente ai serramenti interni le porte in ferro senza vetri di sicurezza sono state sostituite con porte in alluminio e vetri di sicurezza dotate di maniglioni antipanico, poiché non soddisfacevano i requisiti minimi di sicurezza.

Facciate
Per le facciate lo stato di degrado risultava essere avanzato.
L’intervento ha previsto la rimozione dell’intonaco ammalorato, la realizzazione di un nuovo intonaco compatibile al sottofondo esistente, con rete antifessurazione, la finitura mediante tinteggiatura con idonee pitture.

Copertura
La copertura a falde della scuola, presentava criticità nelle lattonerie di gronda, nel sistema di smaltimento dei pluviali esistenti e in alcune aree del manto. Il tetto inoltre era sprovvisto di linee salvavita e accessi sicuri. Si è provveduto alla ricorsa del manto nonché la sostituzione parziale degli elementi di copertura. E’ stata inoltre sostituita completamente la lattoneria di gronda e sono stati modificati i pluviali onde garantire l’eliminazione di perdite d’acqua.

Pavimentazione interna E’ stata prevista la posa di una nuova pavimentazione in resina industriale antiscivolo per gli ambienti interni poiché la pavimentazione esistente risultava essere molto rovinata ed in parte non a livello, inoltre non idonea per il tipo di attività svolta.

Impianto elettrico
Rifacimento completo degli impianti di illuminazione, delle alimentazioni alle macchine utensili, adeguandoli alle normative recentemente entrate in vigore nonché alle modifiche strutturali attuate nei laboratori
Monza, 24 aprile 2010.
Per saperne di più, clicca QUì

domenica 18 aprile 2010

Monza, nasce l’Ufficio scolastico territoriale della Brianza

da Il Giorno articolo di MONICA GUZZI

Monza vince la battaglia per il Provveditorato: gestirà organici, graduatorie, nomine di 343 plessi

LA BATTAGLIA è cominciata vent’anni fa. Ora anche il mondo della scuola di Monza e Brianza - una realtà fatta di 343 plessi statali, con 95mila alunni, 10mila docenti e oltre 4.300 classi - ottiene la sua autonomia da Milano.

È NATO infatti l’Ufficio scolastico territoriale per la nuova Provincia. Addio alle continue trasferte agli uffici milanesi dell’ex Provveditorato: da Monza saranno gestiti direttamente organici, graduatorie, nomine e pratiche relative agli esami di Stato. Le scuole di Monza e Brianza saranno inoltre dotate di un proprio codice identificativo. Ieri sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il decreto ministeriale che sancisce l’istituzione dell’ufficio. Il decreto entrerà in vigore il 3 maggio, quando in via Magenta, nell’attuale sede del Csa, il centro servizi amministrativi per Monza e Brianza, sarà insediato il dirigente. Ma ci vorrà un anno perché l’ufficio raggiunga la piena autonomia con un organico previsto di 20-25 persone. Complessivamente gestirà una realtà complessa, che conta 78 scuole dell’infanzia, 146 primarie, 68 secondarie di primo grado e 51 secondarie di secondo grado. A queste si aggiungono 176 scuole paritarie, per altri 22mila alunni.
Soddisfatto il presidente della Provincia, Dario Allevi, che sottolinea «il grande gioco di squadra fra Comune di Monza, Provincia, Provveditorato e ministero della Pubblica istruzione», che ha permesso di «superare tutti gli ostacoli». Come spiega Elena Centemero, deputata del territorio nonché componente della commissione parlamentare Cultura, Scienze e Istruzione, «le altre due nuove Province, Bat e Fermo, non hanno ottenuto un ufficio scolastico provinciale». Se Fermo non poteva ambire all’autonomia per l’esiguità dei numeri della sua scuola, la Provincia di Barletta, Andria e Trani ha una popolazione scolastica simile a quella brianzola. Ma l’ufficio territoriale di Monza nasce da una fortissima volontà, che si è saldata con la riorganizzazione generale dell’ufficio scolastico regionale e die suoi 21 uffici territoriali. «Gli uffici erano 21 e resteranno tali - continua l’onorevole Centemero -. Il direttore scolastico per la Lombardia Giuseppe Colosio li ha riorganizzati meglio, creandone anche uno per la Brianza, mentre quelli milanesi passano da 10 a 9».

«QUESTA novità può migliorare la vita di tanti docenti, che non dovranno fare avanti e indietro verso e da Milano», sottolinea il presidente Allevi. La battaglia per avere un ufficio scolastico autonomo per la Brianza risale a oltre vent’anni fa. Dopo la riforma del Ministero nel 2002 è stato creato un primo avamposto a Monza, il cosiddetto Csa, quale sportello territoriale decentrato da Milano, che conta oggi 5 dipendenti amministrativi e 2 docenti di supporto, oltre al responsabile della sede, Marco Pedroli. Nei prossimi mesi con la nomina del dirigente verrà anche reperito il personale. pochissime sono le domande arrivate finora a Monza. «Gli interessati aspettavano di vedere l’ufficio istituito nero su bianco - spiega Pedroli -. E oggi se anche mandassero 4 impiegati non avrei la possibilità di accoglierli. L’assessore al Patrimonio Fabio Meroni mi ha comunque assicurato la possibilità di sistemarci meglio. È possibile recuperare altri spazi espandendoci nel complesso di via Magenta, in attesa delle sedi definitive della Provincia».
Per saperne du più, Clicca QUì

mercoledì 14 aprile 2010

"Expo Scuolambiente" a Monza dal 5 al 12 maggio


Ripreso dal sito regione lombardia
Si svolgerà a Monza dal 5 al 12 maggio la tradizionale manifestazione "Expo Scuolambiente", dedicata alla formazione dei ragazzi sui temi ecologici. Lo ha deciso la Giunta regionale, approvando una delibera proposta dall'assessore alla Qualità dell'Ambiente, Massimo Ponzoni, e con essa il testo di una convenzione con la quale il Comune di Monza si impegna a ospitare l'iniziativa nella prestigiosa sede della Villa Reale (Serrone e Teatrino) e del suo Parco. Proprio a Monza, nel 1992, ha fatto il suo esordio Expo Scuolambiente, giunto alle 18ma edizione.
L' invito a partecipare è rivolto a tutte le 6.500 scuole lombarde di ogni ordine e grado.
"E' con profonda convinzione - spiega Ponzoni - che per il terzo anno consecutivo abbiamo accolto la candidatura del Comune di Monza e di Villa Reale con il suo Parco quale sede di Expo Scuolambiente, evento clou per la promozione e la diffusione di un'educazione legata all'ambiente e alla sostenibilità tra le nuove generazioni. Villa e Parco di Monza sono un complesso di grandissimo pregio storico, artistico, architettonico e nel contempo naturalistico. Laboratori didattici, conferenze, mostre, visite, spettacoli: un ricchissimo programma di eventi coinvolgerà l'interesse e la partecipazione di numerosissimi giovani".
"Quest'edizione - aggiunge Ponzoni- riveste un significato particolare in quanto rappresenta la concreta attuazione sul territorio di un progetto contenuto nell'Accordo Quadro di Sviluppo territoriale (AQST) siglato solo due mesi fa: uno strumento che, di fatto, è la sintesi del programma di Regione Lombardia per la Provincia di Monza e Brianza nel prossimo quinquennio".

(Lombardia Notizie Ln - Milano))