Associazione Istruzione Unita Scuola-Sindacato Autonomo

Via Olona n.19-20123 Milano Info+390239810868 o 3466872531


sabato 15 ottobre 2011

Concorso presidi: lunedì inizia la correzione delle prove. Diretta streaming sul sito

in Accesso
Inizia lunedì 17 ottobre la correzione della prova preselettiva per il concorso indetto dal MIUR per dirigenti scolastici.
Ogni giorno, presso la sede FORMEZ di Roma, alla presenza di rappresentanti del MIUR e delle commissioni regionali, si alterneranno due o più regioni compatibilmente con la disponibilità delle commissioni sul sito FormezItalia sarà pubblicato l’elenco delle regioni per le quali si procede alla correzione delle prove.
Come previsto dal bando, il punteggio minimo per il superamento della prova è di 80/100 risposte esatte. Chi avrà raggiunto e/o superato questa prova avrà accesso alle prove concorsuali che saranno gestite dal MIUR.
“Forse i docenti che ambiscono a diventare presidi sono più propensi a valutare che ad essere valutati – dice Secondo Amalfitano, commentando le polemiche sulla procedura definita “vessatoria” per tempi e modalità di svolgimento – In altri concorsi, gestiti direttamente da Formez (SSPA, Consiglio di Stato, Presidenza del Consiglio, Istat, Comune di Napoli) il tempo a disposizione era in media di 45’’ a quesito. Peraltro si tratta di “domande e risposte” che i concorrenti conoscono bene, visto che sono stati pubblicati in precedenza, nel caso del MIUR addirittura con 41 giorni di anticipo rispetto alla data della prova.
Il nostro metodo di concorso, oltre ad essere controllato da un ente terzo come la Commissione Interministeriale, di cui fanno parte i rappresentanti del Ministro dell’Innovazione e della PA, del Ministro dell’Economia e del Ministro dell’Interno, è stato di recente validato da uno studio condotto insieme alla SDA Bocconi di Milano, partendo da un’analisi comparativa su 10 casi internazionali di reclutamento e selezione del personale nel settore pubblico.
Da qui emerge una procedura che ha assicurato 17 anni di concorsi pubblici per un totale di 800mila candidati selezionati, che ha abbattuto il contenzioso, ma soprattutto tempi e costi delle procedure, in nome della meritocrazia. Invitiamo tutti ad assistere on line alla nostra diretta video sulle operazioni di correzione delle prove”.

Per saperne di più, clicca Qui

sabato 17 settembre 2011

Una scuola in salute, seminario a Monza il 28 settembre


La salute è un bene da rispettare e coltivare, con la prevenzione, l’esercizio, l’allenamento, la terapia quando necessario e i controlli sistematici.

Anche oggi, in un momento in cui si richiedono “cure dimagranti”, gli Amministratori locali e gli Operatori scolastici della Lombardia sono riusciti a pianificare interventi che garantiranno, ancora una volta, il rispetto delle norme, coniugandolo con la solidità di un sistema educativo in grado di soddisfare i bisogni formativi dei cittadini della nostra regione.

Il tutto, attraverso azioni coordinate, finalizzate al nuovo dimensionamento delle istituzioni scolastiche. Ma anche attraverso percorsi educativi, rivolti alle giovani generazioni, in cui la prevenzione, l’attività motoria, l’educazione alimentare, la cultura della sicurezza non sono solo offerte didattiche ma il presupposto del benessere personale e collettivo, a scuola come nella vita.
Per saperne di più, clicca
Qui
IN ALLEGATO: la locandina dell'evento.


mercoledì 14 settembre 2011

13 settembre 2011-Calendari per le nomine della scuola dell’Infanzia e Primaria



Avviso convocazioni Docenti per incarico a tempo determinato nelle scuole della provincia di Milano e di Monza
Ecco l' avviso del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - Ufficio Scolastico Regionale per la LombardiamUfficio XVII –

Milano Scuole Primarie/Iinfanzia
Oggetto: prosecuzione convocazioni dalle graduatorie ad esaurimento scuola dell’infanzia e primaria.
Con la presente si comunica che i Dirigenti delle Scuole Polo per le scuole dell’infanzia e primarie proseguiranno nella convocazione di docenti a Tempo Determinato dalle graduatorie ad esaurimento 2011 per il conferimento di nomine a tempo determinato sia della scuola dell’infanzia che della scuola primaria.
Tali convocazioni saranno successive a due importanti operazioni che vengono effettuate in questi giorni dall’Ufficio Organico Scuole dell’ Infanzia e Primaria:
1)Le rettifiche degli errori materiali
2)La ricognizione delle residue disponibilità sulle diverse tipologie di posto.
Appena possibile pertanto si darà comunicazione del calendario effettivo di convocazione tramite i consueti canali di informazione.
Nel frattempo, i Dirigenti scolastici interessati conferiranno nomine fino all’avente diritto, attenendosi alle disposizioni già diramate dalla dott.ssa De Carlo in data 6.9.2011.
Milano, 13/09/2011 Il Dirigente Giuseppe Petralia

mercoledì 13 luglio 2011

Esoneri e semiesoneri per i docenti con funzioni vicarie – D.L. 6 luglio 2011, n. 98

Come è noto, l’art. 19, c. 6, decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, recante disposizioni urgenti per la razionalizzazione della spesa pubblica relativa all’organizzazione scolastica, ha abrogato il comma 4 dell’art. 459, dlgs. 16 aprile 1994, n. 297, come modificato dall’art. 3, c. 88, legge 24 dicembre 2003, n. 350.

Ne consegue che l’esonero o il semiesonero dall’insegnamento dei docenti con funzioni vicarie possono essere disposti esclusivamente sulla base dei criteri contenuti nel citato art. 459, commi 2 e 3; in particolare, per i docenti di scuola dell’infanzia o elementare dovrà trattarsi di circolo didattico con almeno 80 classi, mentre i docenti di scuola media, di istituti comprensivi e di istituti di istruzione secondaria di secondo grado potranno ottenere l’esonero nel caso di istituti e scuole con almeno 55 classi, o il semiesonero con almeno 40 classi.

Per saperne di più, clicca QUi

domenica 29 maggio 2011

Pubblicato il DPCM che autorizza l’assunzione di 2.386 dirigenti scolastici, 450 DSGA e 13 direttori Uffici di Ragioneria

Il bando sarà pubblicato sulla «Gazzetta Ufficiale» il prossimo 1º giugno, le domande dovranno essere presentate entro il 1º luglio, mentre le prime nomine dovrebbero arrivare a settembre 2012. Resta concreto il rischio che i nuovi posti non riescano ad azzerare tutte le vacanze.

Ecco il Decreto di autorizzazione:

DPCM 21 aprile 2011 – Autorizzazione ad avviare, nel triennio 2011-2013, le procedure di reclutamento, per complessive n. 2.836 unità, per il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, ai sensi dell’art. 35, comma 4, del D.L.vo n. 165/2001

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto…

DECRETA

Art. 1 -

1. Il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca è autorizzato, ai sensi dell’art. 35, comma 4, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, ad avviare, per il triennio 2011-2013, le procedure di reclutamento di cui alla tabella allegata che è parte integrante del presente provvedimento.

2. Le procedure di reclutamento di cui al comma 1 del presente articolo possono essere avviate tenendo conto dell’effettiva e concreta vacanza dei posti in organico relativi alle singole posizioni alla data di emanazione del relativo bando di concorso.

Il presente decreto, previa registrazione da parte della Corte dei conti, sarà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana.

AUTORIZZAZIONE A BANDIRE CONCORSI PUBBLICI PER IL TRIENNIO 2011-2013

Amministrazioni

Profilo professionale

Posizione economica

Posti

MIUR

Direzione Generale Alta Formazione Artistica, musicale e Coreutica

Direttori dell’ufficio di Ragioneria – EP1


13



Totale

13

MIUR

Dipartimento per l’Istruzione

Dirigenti scolastici

Dsga


2.386

450



Totale

2.836

martedì 15 marzo 2011

Moda, Rossoni: valorizziamo giovani eccellenti

Creare un luogo d'incontro virtuale in cui studenti ed ex allievi delle scuola di moda possano mettere in evidenza le loro inclinazioni e aspirazioni consentendo alle aziende alla ricerca di personale qualificato di poter accedere a questi dati e verificare se i profili inseriti corrispondono alle professionalità che stanno cercando per crescere.
Il luogo ha da un nome e si chiama fashioncareer.it, il sito realizzato dalla Piattaforma Sistema Formativo Moda con il contributo dell'Assessorato all'Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lombardia.
L'iniziativa è prevista dal Progetto "Le Professioni dellla Moda e Fashion Web Placement" illustrato al grattacielo Pirelli, sede della Regione Lombardia da Mario Boselli, Presidente Camera nazionale della Moda Italiana e Roberto Portinari, Segretario Generale della Piattaforma Sistema Formativo Moda (PSFM).
"Siamo convinti - ha commentato l'assessore regionale all'Istruzione, Formazione e Lavoro, Gianni Rossoni - che questo progetto valorizzi i giovani talenti consentendo loro di entrare in contatto con il mercato del lavoro e con le case di moda utilizzando al meglio le opportunità offerte dal web. Questo fare rete risponde perfettamente alla nostra volontà di incoraggiare e favorire le eccellenze, sia in termini di capitale umano sia stando al fianco delle aziende, per aumentare la competitività della Lombardia".
Il sistema della Moda in Italia è il primo al mondo per qualità e creatività, secondo per fatturato dopo Cina (insieme ad Hong Kong). Per competere sui mercati internazionali, dopo gli straordinari successi ottenuti dagli stilisti di prima generazione che hanno fatto grande il "made in Italy" in tutto il mondo, è necessario un ricambio generazionale per lasciare spazio a nuove energie creative.
Come ha sottolineato il presidente Boselli, "Non è detto che tutti debbano fare per forza gli stilisti, facendosi carico di costi elevati per la creazione del brand, la promozione e la diffusione: esistono professioni, nell'ambito della moda, che possono dare grandi soddisfazioni e spesso si rivelano più in linea con le caratteristiche personali di chi sta cercando un lavoro in questo settore".
Sono sedici le scuole di moda che hanno aderito alla Piattaforma (PSFM), quindi direttamente coinvolte nell'attività del sito fashioncareer.it, e con il loro contributo sono state per il momento individuate le principali skill di cui il Sistema Moda potrebbe avvalersi: sono figure che fanno parte del mondo del Fashion e molte di loro sono poco conosciute, anche se non meno importanti di altre.
Tutte sono parte integrante, e quindi necessarie, del processo che va dall'ideazione alla vendita. I sedici profili includono il Brand manager, il Buyer, il Designer di accessori e il Designer di moda, Fashion stylist, Giornalista di moda, Merchandise manager, Modellista, Organizzatore di eventi,PR, Product manager, Ricercatore di tendenze, Sarto, Store manager, Textile designer, Visual merchandiser.

(Lombardia Notizie/Ln - Milano) )

lunedì 28 febbraio 2011

LA SCUOLA SPOGLIATA: UN FURTO LEGALIZZATO

« In una realtà, fra l’altro, nella quale 2.800 dirigenze su 10.000 sono vuote (e il prossimo anno lo saranno 3.500), esonerare centinaia di dirigenti scolastici da inserire negli USR, e lasciare acefali gli istituti non mi sembra né logico né vantaggioso. Dobbiamo porre l’accento sulla flessibilità e sull’oggettività dei criteri per selezionare i 500 comandati?Basti pensare che a un dirigente scolastico, nonostante fosse il primo per titoli, è stato negato il comando perché vincitore del concorso 2004 e quindi inamovibile dalla propria sede...»
leggi tutto

lunedì 21 febbraio 2011

Una buona notizia per 8.000 precari

Scuola, oltre 35.000 domande di cessazione dal servizio

In data odierna Orizzontescuola ha fornito i primi dati relativi alle domande di cessazione dal servizio forniti - non ufficialmente - dagli Uffici del MIUR :
34.972 domande ( 27.376 docenti, 7.324 ATA, 216 insegnanti di R.C. e 56 personale educativo). Una cifra che potrebbe lenire in larga parte le riduzioni di organico previste dal Piano programmatico 2011/2012( 19.700 tagli ). In Lombardia le domande di cessazione presentate sono 3.970 , poco più di 900 dagli Ata, il resto dai docenti.

Secondo lo IUniScuoLa sulla base dei dati raccolti nelle scuole della provincia di Milano e Monza Brianza risultano che circa 1.000 docenti e oltre 500 Ata hanno presentato domanda di cessazione dal servizio

domenica 30 gennaio 2011

Il Consiglio dei Ministri approva il decreto di istituzione della Prefettura Monza e Brianza


Dopo un ultimo passaggio alla Corte dei Conti, il testo finale sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale per l’attivazione definitiva degli uffici, prevista nel giro di circa 60 giorni

Il Consiglio dei Ministri, riunitosi ieri mattina a Roma, ha approvato in via definitiva il decreto di istituzione della Prefettura – Ufficio Territoriale di Governo - per la Provincia MB, insieme a quelli delle Province di Fermo e di Barletta–Andria–Trani.
Vai all'articolo originale

martedì 18 gennaio 2011

Formigoni: Albania partner importante


Il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni assieme al primo ministro albanese Sali Berisha alla prima edizione del Forum economico italo-albanese in programma a Milano
18 gennaio 2011
D
ue anni fa la missione in Albania del presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni. Nel capoluogo lombardo, la prima edizione del forum economico italo-albanese. È stato lo stesso Formigoni a dare avvio ai lavori, alla sede della Camera di Commercio di Milano, insieme al primo ministro albanese Sali Berisha e a tante altre autorità, tra cui il vice ministro albanese dell'Economia Eno Bozdo, l'ambasciatore albanese in Italia Llesh Kola e l'ambasciatore italiano a Tirana Saba D'Elia.
INTERNAZIONALIZZAZIONE CAPOSALDO DELLA REGIONE -Si stringono ulteriormente, dunque, i rapporti tra l'Italia e l'Albania grazie alla Lombardia: 85 gli imprenditori albanesi presenti oggi all'appuntamento milanese, 550 quelli lombardi.
Per loro una giornata fitta di incontri di lavoro calendarizzati da Promos e molto attesi dalla Repubblica albanese, che ha nell'Italia il primo partner commerciale.
"Tessere la rete di relazioni internazionali - ha detto Formigoni all'apertura del Forum lombardo - è per noi ragione di vita e di progresso. Sono i nostri cittadini ad avere, nel loro dna, la vocazione a stabilire e sviluppare relazioni internazionali. Regione Lombardia ha accompagnato e sostenuto questa vocazione all'internazionalizzazione, convinti, come siamo, che in un mondo sempre più globalizzato occorre avere una fittissima rete di relazioni con amici, popoli, imprenditori, sistemi economici e culturali".
LOMBARDIA PORTA D'INGRESSO DELLE RELAZIONI - La Lombardia - rimarca Formigoni al primo ministro Berisha, ex presidente della sua nazione - ha una vocazione internazionale indiscussa, confermata dal primato in Italia delle importazioni e delle esportazioni: "La nostra regione è la porta di ingresso e di uscita del Paese per le merci, con il 32 per cento dell'import nazionale e il 29 per cento dell'export nazionale. La Lombardia è anche la destinazione principale dei capitali esteri diretti nel nostro Paese: oltre il 60 per cento degli investimenti in entrata fa rotta qui. Vogliamo continuare a costruire una rete di relazioni e di rapporti istituzionali con le nazioni e le regioni amiche, per creare le condizioni, affinché sempre più investitori stranieri vengano a lavorare e a creare lavoro in Lombardia".
ALBANIA PARTNER IMPORTANTE - All'interno di questo quadro di relazioni internazionali si colloca il rapporto tra la Lombardia e l'Albania, "interlocutore - ricorda Formigoni - importante". In primo luogo la comunità albanese presente in Lombardia non solo costituisce una delle comunità straniere più numerose (la terza in termini assoluti), ma "è la prima per componente studentesca e universitaria, il che significa che la presenza albanese in Lombardia è di qualità". In secondo luogo l'interscambio commerciale "non ha conosciuto flessioni neppure nel periodo di congiuntura economica negativa".
Questi due aspetti sono stati corroborati negli anni recenti da numerose occasioni per rafforzare i rapporti istituzionali: tra le altre, oltre alla missione del 2008, Formigoni cita l'incontro con la presidente del Parlamento albanese Josefina Topalli, avvenuto lo scorso dicembre a Palazzo Pirelli. Regione Lombardia ha, infine, "promosso e finanziato 17 progetti di cooperazione allo sviluppo in Albania dal 2001 al 2010, che si sono realizzati con soddisfazione di entrambe le parti".
PER UN FORUM PERMANENTE - Alle parole del premier Berisha, che dichiara di essere intenzionato a fare "il politico del mercato" e che elogia la Lombardia "come una delle regioni più sviluppate del mondo", Formigoni risponde augurandosi che "il Forum italo-albanese diventi permanente, dal momento che i rapporti e gli scambi commerciali si rafforzano dalla frequentazione reciproca delle persone e delle imprese. Noi vogliamo facilitare i contatti tra imprenditori e individuare sempre meglio i settori più adeguati per lo scambio di buone prassi tra l'Italia e l'Albania".
Il presidente della Regione cita, ad esempio, il tema dello sviluppo sostenibile e, in particolare, il settore delle energie alternative: "Anche in questo ambito le aziende lombarde sono pronte a collaborare".
SOSTEGNO ALL'INGRESSO UE - Non è solo di business che Formigoni parla al Forum. Al centro del suo intervento anche il sostegno al percorso europeo dell'Albania. "Sottoscrivo positivamente - dichiara - la decisione recente di Bruxelles di liberalizzare i visti, vero e proprio messaggio di incoraggiamento e stimolo al Governo e all'opinione pubblica albanesi, che possono ora guardare all'Europa con crescente fiducia e con speranza. Noi popoli europei dobbiamo lavorare con il Governo e le istituzioni dell'Albania, perché all'intera area balcanica occidentale sia offerta una prospettiva di sviluppo, che porti alla futura adesione alla casa comune europea, cui questi Paesi naturalmente appartengono. Anche su questo versante il Forum economico di oggi a Milano rappresenta una tappa ambiziosa".
(Lombardia Notizie/Ln - Milano)